Vertigo - Via Lepetit 8/10 - 20124 Milano info@vertigo.co.it
+39 028936221

An evening with STEVEN WILSON

STEVEN WILSON: due date in Italia per il tour del nuovo album


“To The Bone” è il titolo del nuovo album di STEVEN WILSON, genio del movimento prog del Nuovo Millennio. "To The Bone" è l’omaggio di Steven Wilson agli album progressive pop più importanti della sua giovinezza come ad esempio “So" di Peter Gabriel, "Colour of Spring" dei Talk Talk, "Seeds of Love" dei Tears for Fears. L’uscita dell’album è programmata per il 18 agosto, su Caroline International (Iggy Pop, Underworld, Thurston Moore, Glass Animals).

Dopo l’album, un importante tour nel 2018 lo vedrà protagonista di due date in Italia (Milano e Roma a Febbraio), in cui l'artista si esibirà in uno show della durata di tre ore ciascuno.


An evening with

STEVEN WILSON

09.02 MILANO, Teatro degli Arcimboldi

10.02 ROMA, Atlantico


Apertura porte: ore 19.30

Inizio concerto: ore 21.00


Modalità di prevendita biglietti come segue:


10 Maggio ore 11.00 - Prevendita su ticketone.it per gli iscritti al fan club dell’artista.

11 Maggio ore 11.00 - Prevendita riservata a coloro i quali hanno acquistato un biglietto di Steven Wilson in passato. Questo vuol dire che PER 24 ORE (quindi fino alle ore 10.59 del 12 Maggio) avrai la possibilità di scegliere i posti migliori e prima di tutti.

12 Maggio, ore 11.00 - Prevendita generale su www.ticketone.it


Prezzo del biglietto in prevendita: a partire da €35,00 + d.p.


LE DATE

09 feb
Milano
Teatro degli Arcimboldi

Apertura cancelli: 19.30 - Inizio spettacolo 21.00

10 feb
Roma
Atlantico

Apertura cancelli: 19.00 - Inizio spettacolo 21.00

STEVEN WILSON

Steven Wilson è un musicista inglese nato nel 1967, frontman del gruppo prog Porcupine Tree.

Wilson scopre la musica all'età di 8 anni quando a Natale i genitori gli regalano “The Dark Side Of The Moon” dei Pink FLoyd e “Love to Love you Baby” di Donna Summer. Dai Pink Floyd impara il gusto per la psichedelia, la sperimentazione e per la musica progressive, come si vede nei suoi Porcupine Tree, mentre da Donna Summer prende il gusto per il groove, da cui i No-Man saranno influenzati.

Cominciò a suonare a 11 anni con una chitarra classica e negli anni successivi formò vari gruppi a scuola che gli fecero conoscere l'ambito live, e di queste esperienze fece tesoro: infatti, con i Porcupine Tree si può notare la sua scioltezza sul palco, con una precisione quasi maniacale nel riproporre le canzoni il più fedelmente possibile alle registrazioni e il loro creare un percorso musicale ben strutturato. Rimane il fatto che però preferiva e preferisce tuttora registrare i suoi pezzi in sala piuttosto che suonarli dal vivo (ed egli stesso ammette che sono stati i Porcupine Tree a fargli scoprire il piacere di suonare davanti a un pubblico. Steven suona sul palco senza scarpe e calzini, completamente a piedi nudi, perché, a suo dire, gli permetterebbe di azionare con più disinvoltura la pedaliera degli effetti)

Tra il 1983 e il 1985 produce vari demo con due suoi gruppi: gli Altamont e i Karma, lavori che con la crescente fama dei Porcupine Tree sono riemersi (e lo stesso Wilson dirà che nel ritrovarli si sente come un pittore che vede appesi i suoi primi disegni fatti da bambino): la sua prima demo sarà incisa all'età di 15 anni. Dall’underground anni ottanta fonderà i due suoi gruppi principali, i Porcupine Tree e i No-Man insieme a Tim Bowness, che lo accompagneranno per il resto della sua carriera musicale.

Come molti artisti del settore, Steven Wilson fa parte di altri side-project. Ha all'attivo i progetti Blackfield, insieme al cantautore israeliano Aviv Geffen, Bass Communion, I.E.M., No-Man e Storm Corrosion, quest’ultimo con Mikael Akerfeldt degli Opeth.

In ambito solista, il suo primo vero lavoro originale è “Insurgentes", registrato tra gennaio e agosto 2008, messo in vendita in edizione limitata a novembre 2008 e che apparso nei negozi in versione standard a marzo 2009. Il disco, che artisticamente non si sposta molto dalle coordinate stilistiche tracciate dai Porcupine Tree, vede la partecipazione di alcuni acclamati musicisti in ambito progressive, tra cui Gavin Harrison (già membro dei Porcupine Tree) alla batteria, Tony Levin al basso e Jordan Rudess alla tastiera. A “Insurgents” sono seguiti “Grace For Drowning”, “The Raven That Refused to Sing (And Other Stories)” e “Hand. Cannot. Erase”.

Il 9 maggio 2017 Steven Wilson ha annunciato il nuovo album “To The Bone” in uscita il 18 agosto 2017.