Vertigo - Via Lepetit 8/10 - 20124 Milano info@vertigo.co.it
+39 028936221



POPPY

Il video in cui Poppy ripete per 10 minuti “Io sono Poppy” è stato visto 23 milioni di volte su YouTube, dieci volte tante quelle del sofisticatissimo Holy Terrain di FKA twigs e Future. Difficile dire se si tratti di un atto d’estremo narcisismo, di una critica all’ottusa esposizione di sé sui social media o di uno stratagemma pubblicitario. Poppy l’ha pubblicato nel gennaio 2015, poco dopo aver compiuto 20 anni. Era una performer che amava condividere immagini innocenti e al contempo spiazzanti. In un video datato ottobre 2015 legge la Bibbia per 50 minuti di fila. In un altro sentenzia che “io sono noiosa, tu sei noiosa, tutti sono noiosi” in un misto di purezza infantile e compiacimento sadico. Molti video sembrano ambientati in ambienti asettici tinteggiati di rosa e d’azzurro. In quello titolato “This is a dog”, Poppy mostra a due milioni di persone com’è fatto un cane (davvero) sfoggiando un candore inquietante.


Oggi, dopo essere stata protagonista di una graphic novel e di una serie prodotta da YouTube Red, dopo aver pubblicato due dischi in cui ha vestito i panni della computer girl, dopo avere aperto e chiuso un sito chiamato ‘La chiesa di Poppy’, dopo aver suscitato discussioni e persino folli teorie cospirative, dopo avere concluso tre tournée di cui una con Bring Me the Horizon e Sleeping with Sirens, Poppy è uscita dal suo personaggio digitale per diventare una vera pop star. Accade nel nuovo album I Disagree che dà il via a un drastico riposizionamento del personaggio. Alla fine, Poppy è uscita dallo schermo del computer.

0