BIO

Il loro disco d’esordio “Lorenzo Federici” (Libellula) è uscito a dicembre 2014 ed i giovani torinesi Eugenio In Via Di Gioia, già vincitori del premio della critica al Premio Buscaglione 2013, stanno facendo parlare moltissimo di sé. Il primo videoclip “Argh!” presentato in anteprima sul sito de La Stampa e uno showcase nella redazione del quotidiano, le due pagine di intervista su Rockerilla, l’approfondimento su Il Manifesto, fino ad arrivare agli showcase live a Music Club su Radio 1 e a MiniSonica su Radio Popolare Network, alla partecipazione alla compilation “Sotto il Cielo di Fred” in compagnia di Brunori Sas, Dente, Perturbazione e molti altri e all’invito a partecipare come ospiti al Premio Leo Ferrè a giugno 2015. A luglio 2015 inoltre tre loro canzoni si collocano al primo, secondo e terzo posto come brani più ascoltati a Torino su Spotify ed esce il loro nuovo video “Non Ancora”, selezionato da MTV New Generation e presentato in anteprima su Vevo. A settembre 2016 la band decide di lanciare il nuovo singolo “Pam” non con un videoclip, bensì con un videogame, intitolato “Pam-Man”, disponibile per dispositivi Ios e Android. Si tratta di una prima assoluta per il nostro Paese, che viene ripresa da Ansa nazionale, Wired e da molti contenitori specializzati. Il 24 febbraio 2017 esce “Giovani Illuminati”, primo singolo estratto dal loro secondo album, accompagnato dal primo videoclip musicale in hyperlapse realizzato in Italia. Il brano entra stabilmente a far parte della classifica “Viral Top 50 Italia” di Spotify, mentre il video in poche settimane supera le 120.000 visualizzazioni e viene ripreso da La Stampa, Coming Soon e molti altri contenitori. Il 14 aprile 2017 esce il secondo album “Tutti su per terra” (Libellula/Audioglobe), anticipato da un’anteprima esclusiva su Radio 1 Music Club e su Spotify. Nella settimana della sua uscita, il disco raggiunge la posizione numero 86 delle classifiche ufficiali italiane di vendita FIMI/Nielsen, mentre il secondo singolo “Chiodo fisso” in poche settimane supera i 800.000 ascolti su Spotify. Dopo un tour estivo di 25 date nei festival italiani che ne ha decretato un successo sempre più ampio, gli Eugenio In Via Di Gioia sono attualmente in tour nei club. E’ sul palco infatti che la giovane band torinese è travolgente e dà il meglio di sè, dimostrazione evidente il primo posto come rivelazione live 2014-2015 nella classifica KeepOn, il loro pubblico che continua a crescere ed il tour d’esordio che si è prolungato per due anni con oltre 100 date in tutta la Penisola e molti sold out. Ad aprile 2016 la band intraprende inoltre il proprio primo tour europeo, frutto della vittoria del Premio KeepOn dell’anno precedente, che tocca Francia, Belgio, Olanda e Germania. Un disco ed un live che partono dalla strada – gli Eugenio In Via Di Gioia nascono come buskers – e dalla tradizione delle balere, dello swing e del folk italiano fino ad arrivare al nu-folk inglese di questi ultimi anni, reinterpretando la tradizione e rivestendola di un realismo che legge con amara allegria i nostri tempi. L’inizio del 2018 li vede ospiti come resident band nella trasmissione Beati voi su Tv2000 e protagonisti di laboratori musicali e di comunicazione nelle scuole superiori del torinese. In linea con la loro natura di imprevedibili mattatori, gli Eugenio in Via Di Gioia hanno saputo far parlare di sé sui media nazionali sia per aver intrattenuto con un live on the road i viaggiatori del treno Italo sulla tratta Torino-Roma in ritardo di oltre 6 ore, sia per raduni con i propri fan che hanno riempito le piazze di Roma, Bologna e Genova. Il primo aprile esce Selezione naturale feat. Willie Peyote con l’ironico video di Giorgio Blanco. Chiunque li abbia visti dal vivo almeno una volta ne è rimasto colpito, provare per credere. Il 4 febbraio 2019 annunciano l’uscita del loro terzo album di studio intitolato Natura viva, lanciato poi il 1º marzo dello stesso anno. A maggio 2019 prendono parte al tradizionale Concerto del Primo Maggio organizzato a Roma, in Piazza San Giovanni, dalle sigle sindacali CGIL, CISL e UIL suonando i brani Prima di tutto ho inventato me stesso, La punta dell’iceberg e Altrove. A settembre 2019 hanno aperto una campagna di crowdfunding chiamata “Lettera al prossimo”, in collaborazione con Federforeste e Coldiretti, dove si impegnano a ripiantare una foresta danneggiata dalla tempesta Vaia; la raccolta fondi è terminata solo dieci giorni dopo, per poi essere riaperta in via eccezionale a febbraio 2020 per un giorno. L’iniziativa è stata accompagnata dalla pubblicazione dell’omonimo singolo. Ad ottobre 2019 annunciano la loro partecipazione a Sanremo Giovani 2019, con il brano Tsunami. Superano le semifinali svoltesi a novembre 2019 durante la trasmissione Italia sì accedendo alla finale del 19 dicembre ed entrano tra i selezionati che parteciperanno a Festival di Sanremo 2020 nella sezione Nuove proposte. Il gruppo è il primo ad esibirsi nella prima serata del festival ma, in seguito al voto della giuria demoscopica, composta da 300 persone, la loro canzone viene eliminata in uno scontro diretto con il brano 8 marzo di Tecla Insolia. Nella quarta serata del festival viene assegnato al gruppo il premio della critica “Mia Martini”. Nel gennaio del 2020 annunciano via social l’uscita di un nuovo album, una raccolta di 15 canzoni dal titolo Tsunami (Forse vi ricorderete di noi per canzoni come) in uscita il 31 dello stesso mese. Nella raccolta compaiono canzoni provenienti dai precedenti dischi, il brano presentato al Festival di Sanremo e L’unico sveglio, sigla della web-serie Involontaria. Nel maggio dello stesso anno, il loro brano Perfetto uniformato viene scelto come sigla per la webserie La mia jungla di Giovanni Scifoni su RaiPlay.

NEWS